webelieveinstyle

style room

TheStyleRoom 005

TAILORING ART

Ritorna il talento di Mustafa Sabbagh su webelieveinstyle.
Dopo avere esplorato l’Alta Moda femminile, ma indossata da un uomo con la sua fisicità completamente diversa, questa volta ci siamo avventurati alla scoperta di un personaggio.

L’eleganza maschile, che parte dagli elementi del vestire sartoriale da sera, la giacca da smoking, la camicia bianca, il papillon, la fascia, viene raccontata grazie ad un modello d’eccezione che pian piano si mette a nudo attraverso la sua arte.
A prestarsi come nostro modello è infatti Christian Zucconi, lo scultore, in mostra proprio in questi giorni con le sue opere nella personale “Stigmata” presso i Musei Civici di Palazzo Farnese a Piacenza, il cui catalogo, a cura di Elena Percivaldi edito da Edizioni dell’Aurora, Verona, comprende alcune delle foto che qui vedete.

Photo: Mustafa Sabbagh

 >>>
Styling: Stefano Guerrini
Model: Christian Zucconi >>>
Styling assistant: Erik Manfredi
Thanks to Angelica Pianarosa and Isotta Sabbioni.

 

ARTICOLI PRECEDENTI

Tagged , , , , , , , , , , ,

8 Comments

  1. George.14 November 2011 at 11:10

    Stupendo.
    Non aggiungo altro!

    Giorgio.

  2. elly14 November 2011 at 11:27

    Statuario, direi….Finisce dritto nella mia cartella Art Smoking Club :)
    elly

  3. Stefania14 November 2011 at 13:36

    Bellissimo! Le foto, lo styling, il modello e le sculture. Bravi a tutti!

  4. Silvia14 November 2011 at 15:41

    Intenso … Sì, davvero intenso!L’eleganza maschile sembra quasi sillabata … e decantata nella virilità plastica, in ogni senso!Un lavoro bellissimo … un racconto affascinante!Grazie Stef!

  5. Luca14 November 2011 at 15:50

    quanto cattivo gusto

  6. stefanoguerrini14 November 2011 at 16:01

    Grazie a tutti per i commenti. Un onore lavorare con un professionista come Mustafa, un ‘grande’ vero della fotografia, e con Christian, uno degli artisti più importanti e interessanti della nuova generazione. Grazie a loro e grazie a voi. Grazie anche a Luca, io trovo che, come sosteneva un personaggio molto più importante di me, cioè Diana Vreeland, il cattivo gusto sia molto più interessante del buon gusto. Il secondo è statico e non porta a nulla, il prima fa smuovere le cose, personalmente mi interessa fare questo con il mio lavoro.

  7. ng14 November 2011 at 16:45

    nessuno ti ha obbligato a guardare se reputi di cattivo gusto

  8. Fabiola14 November 2011 at 18:57

    Stefano complimenti per lo styling, è difficile fare degli shooting per l’uomo che risultino particolari senza cadere nel trash o nel comico di bassa lega. Il nudo di schiena, poi, è spettacolare!

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

captcha

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle