webelieveinstyle

style on

style on > Philipp Plein: “When fashion walk the street…”

SO-169Plain


NYC: è una città a cui è difficile attribuire una definizione.

Persino l’appellativo iconico turistico utilizzato per anni, “the Big Apple” è caduto in disuso.
Perché New York è New York, e nessuna definizione sarebbe in grado di racchiudere in sé tutto ciò che NY rappresenta.
Per il fotografo Francesco Carrozzini, autore degli scatti per l’ultima campagna stampa f/w 2013/2014 per Philipp Plein, New York e le sue strade, sono la scenografia alla sua opera di street couture.

Con il suo sguardo ironico, provocatorio e spiazzante, i gesti e i luoghi più comuni diventano spettacolari e eccentrici.
Di New York vengono scelti marciapiedi  su cui la top model Chloe Norgaard scorre un vacuum cleaner modello anni ’50, “beautiful laundrette” dove modelle iper sensuali sono in attesa del lavaggio dei propri capi, si sceglie di snobbare i club esclusivi, i roof bars, il “Country Blue Grass Blues and Other Music For Uplifting Gourmandizers “ CBGB ha chiuso i battenti e la gente si riversa sulla Fifth Avenue in cerca di espedienti rock.

I “photo booth” richiedono attesa perché occupati dagli amanti improvvisati della notte, una donna in una galleria d’arte si presenta come una scultura dalla bellezza eterea e in contrasto capelli in technicolor, rubando la scena alle opere.
Sembra una New York dall’atmosfera un po’ Gotham City, dato anche l’utilizzo del logo del celebre uomo pipistrello sulle stampe delle Tee.

La vita di tutti i giorni può essere straordinaria, le situazioni più comuni ricoprirsi di unicità e stupore, la moda abbandonarsi alla strada e lasciarsi catturare dalle situazioni più ordinarie.

Il tocco in più: Philipp Plein appare in tutti gli scatti come cameo, dichiarando che proprio data la sensibilità e la creatività straordinarie di Francesco Carrozzini, ha scelto  di apparire negli scatti “…Mi divertiva scoprire come vengo visto da un artista come lui.”

A noi divertirà scoprire come poter indossare i capi couture in una situazione street di quelle che viviamo tutti i giorni.
Sentirci a nostro agio con capi estremamente glamour in una laundrette così come ad un evento inaccessibile; vestire un blazer dal taglio sartoriale per il nostro rock party, e, perché no, passare l’aspirapolvere con un capo di classe total black.
Ispirandoci alla visione di Philipp Plein potremo fare della vita  quotidiana la nostra Street Couture!

“When fashion walk the street”…impariamo a sognare.

Elena Bulgheroni

ARTICOLI PRECEDENTI

Tagged , , , , , , , , , ,

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

captcha

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle