webelieveinstyle

style on

Maki Sunglasses: colore e qualità

SO-385Maki

Quando un progetto nasce da una grande passione si vede: tutti gli elementi formano un insieme armonioso, ogni cosa è regolata dall’equilibrio.
Questo è il caso di Maki Sunglasses.

Nato nel 2012 dalle tre giovani menti di Alessandro Roda, Mauro Inserrato e Jonathan Facchi, il brand di eyewear è capace di unire i trend del settore alla praticità.
Occhiali non solo belli, ma anche funzionali: le montature sono realizzate in grilamid, materiale resistente a piegature e calore, mentre le lenti sono in policarbonato, materiale che garantisce una maggior protezione da graffi e lesioni.

La collezione p/e 2015 è stata presentata allo scorso Pitti Uomo.
Tante le varianti colore: il delicato cipria, gli intramontabili bianco e nero, il turtle, classico dei classici, fino ad arrivare a un giallo luminoso.
Ciò che contraddistingue gli occhiali è la lente perfettamente circolare, particolarità da cui deriva anche il nome del brand.
“Maki”, in lingua creola, significa lemure, una simpatica scimmietta dagli occhi tondi e languidi.

Un gesto che rassicura e conforta: indossare gli occhiali ci rende padroni di ciò che ci circonda, forti di quella sensazione di non essere visti e di poter osservare tutto.
Sono un accessorio, per alcuni un prezioso feticcio, irrinunciabile anche se non se ne ha strettamente bisogno: quante volte, durante una giornata uggiosa, si vede qualcuno con le lenti scure e ci si chiede “perché?”.
Perché, come scrisse Walter de la Mare: “Non possiamo, per quanto ci sforziamo, vederci come ci vedono gli altri, ma questa non è una buona ragione per non portare gli occhiali.”

Soprattutto se sono i Maki Sunglasses!

Letizia Redaelli

ARTICOLI PRECEDENTI

Tagged , , , , , , , , , , ,

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

captcha

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle