webelieveinstyle

style on

style on > Miti e leggende nelle borse aMarCortese

SO-400Amarcortese

Che abbia ispirato nel tempo cantanti, poeti o stilisti, il mare è sempre stato protagonista dello spirito creativo, attirando a se occhi e sentimenti contrastanti, dalla gioia alla malinconia, dalla speranza al distacco, accogliendo nel suo cuore profondo i desideri e le domande dell’umana specie.

Dai viaggi di Gulliver alle scoperte di Marco Polo, dal mito di Ulisse all’anti eroismo di Corto Maltese, il mare ha sempre incarnato il mito dell’uomo a confronto con il suo destino, cristallizzando l’ideale “homo viator” come avventuriero romantico in perenne ricerca.

Un uomo e una mappa, un viaggio da un porto all’altro con la sacca in spalla, contenitore di un mondo e unica compagnia: questo il principio ispiratore da cui trae origine “aMarCortese”, neo brand di borse ed accessori ispirato al tema delle rotte marittime e al mito del marinaio giramondo.

Una borsa che, come la vita in mare da cui trae ispirazione, ogni giorno trasforma la sua armoniosa apparenza: a mano per i lunghi viaggi, a tracolla, a spalla, o a sacca come ogni vero marinaio, aMarCortese modula la sua grande capacità contenitiva a quell’avventura inedita chiamata quotidianità.

Interamente in pelle di ovino tinta al vegetale, aMarCortese declina la propria gamma colore in tonalità calde e armoniose come il cognac, il testa di moro, il sabbia, il blu notte e l’azzurro, mentre gli interni, totalmente sfoderabili, utilizzano il lino delle vele dell’antica marineria e sono dipinti a mano secondo il metodo tradizionale romagnolo.
Le decorazioni delle tele rappresentano il mattang, una sorta di mappa di navigazione polinesiana composta di palme, conchiglie e coralli, e una rivisitazione in chiave marinara del quinto canto della Divina Commedia, dove Dante imprigiona Paolo e Francesca nel vortice degli amanti, omaggio affettuoso alla terra dove il brand nasce e si sviluppa.

Grande risalto ed estrema cura per le rifiniture esterne: le fibbie di bronzo, piccole sculture a “cera persa”, rievocano le ancore e gli occhi apotropaici delle barche per le serie “Pequod”, mentre per la serie “les Fleurs” assumono forma di sirene e onde.
Le fibbie di regolazione per la tracolla rendono omaggio invece al sole, alla luna crescente e al mito dell’albatros ispiratore de Les fleurs du mal di Baudelaire.

A completare la cura e l’artigianalità della borsa, il marchio stampato a caldo e la targhetta “My Ditty Mariner essential bag” con numerazione progressiva, a sottolineare l’estrema cura e l’autenticità del prodotto 100% made in Italy.

In attesa di ammirare aMarCortese nei punti vendita della vostra città, per maggiori informazioni potete visitare il sito web  o scrivere a info@amarcortese.com.

Roberto Neri

ARTICOLI PRECEDENTI

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scrivi il tuo commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

captcha

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle