webelieveinstyle

style files > PierAntonio Gaspari

Ho incontrato per la prima volta PierAntonio Gaspari, quando ero fashion director di una rivista indipendente, ad una presentazione per la stampa di una sua collezione.

Mi colpirono subito lo stile, raffinato, in cui la maglia protagonista assoluta veniva usata per capi che non mi sembravano figli di banali trend passeggeri, ma studiati per una donna lontana dall’esser schiava delle mode, e la profonda ricerca sui materiali.

Ho ritrovato di recente lo stilista, scoprendo che il suo quartier generale è nella mia Romagna, a Forlì per la precisione, e ben poco distante da dove anche io ho il mio Archivio.
Per cui la decisione di andare a trovarlo è stata presa in un attimo e nel suo ufficio stile, davanti ad un caffè, non ho potuto resistere dal farmi raccontare il suo percorso e farmi mostrare alcuni capi della collezione a/i 14-15.

Se non lo conoscevate prima vi innamorerete anche voi della sua passione, del suo know-how, del suo essere voce fuori dal coro, ma perfettamente consapevole del proprio ruolo nel fashion system.
E dopo aver toccato con mano i suoi capi e sfiorato il suo mondo io mi son sentito arricchito e ancora una volta di più innamorato di chi vive la moda in maniera così colta e intensa.

Stefano Guerrini

style files > MIP – Omar Pallante

Un progetto che non poteva non entusiasmarci.
La nascita di una Modateca all’interno della Mediateca di San Lazzaro in provincia di Bologna, uno spazio che ospita libri di design e moda, con un focus sulla contemporaneità.
Non un luogo privato, ma un’iniziativa aperta a tutti quelli che vogliono approfondire la cultura della moda e per i curiosi.
Nata dalla collaborazione tra l’Assessorato alla Qualità Socio-Culturale del Comune di San Lazzaro, la famiglia Pallante e lo studio creativo Arte Vetrina Project, nel nome ricorda quello che era il fondatore dello studio, Igor Pallante, artista e figura poliedrica, molto legata al fashion world.

E infatti lo spazio si chiama MIP, cioè Modateca Igor Pallante, e ospita ora più di 500 testi, in crescita anche grazie al progetto “Adotta un libro”, che apre alle donazioni di privati, utilizzando l’acquisto online (e ne potrete sapere di più qui).

Abbiamo incontrato Omar Pallante, fratello di Igor, proprietario e art director di Arte Vetrina Project, per farci raccontare meglio il progetto.
Ma la nostra presenza all’interno della Modateca non finirà qui! Quindi continuate a seguirci.

Stefano Guerrini

style files > Gritty’s – Silvia Cogo

Veneziana d’adozione, risiede nella città veneta da qualche anno, è molto legata però anche a Faenza dove insegna all’ISIA, istituto che lei stessa ha frequentato.
Ma noi la incontriamo, perché accanto ad una carriera didattica Silvia Cogo ha portato avanti un mondo fatto di sperimentazione e ricerca sul prodotto fortemente legato alla moda.
E, infatti, in una calda giornata estiva, ci siamo incontrati per vedere dal vivo e saperne di più della sua collezione di accessori.

La location è il prestigioso Museo  Carlo Zauli, il laboratorio del ceramista e artista a cui il Museo è dedicato e le cui opere sono in quaranta musei e collezioni pubbliche in giro per il mondo, ci sembrava il luogo adatto per parlare di creatività indipendente, innovazione ed eco-friendly.
Temi cari alla designer.

Accanto alla voglia di approfondire nuove istanze dello stile e idee vincenti c’è da parte nostra anche il desiderio di scoprire nuovi oggetti del desiderio e con Silvia ne abbiamo scoperti molti.
Siamo sicuri che anche a voi piaceranno.

Riprese: Andrea Ferrato
Montaggio: Sauro Nanetti
Foto: Andrea Domeniconi

style files > Anit Van Eynde

Durante le giornate del Salone del Mobile, fra le tante mostre e i progetti che hanno animato Milano, anche il giardino dell’Università La Statale ha avuto ospiti interessanti.

Un esempio importante di questi è il Photobooth voluto da  Levi’s®, che in occasione dei 140 anni dell’iconico 501®, ha messo a disposizione questo spazio dove era possibile dare una propria interpretazione personale di quello che è da sempre il pantalone in denim più amato e conosciuto al mondo.

In questa occasione abbiamo parlato con Anit Van Eynde senior director marketing del brand per l’Europa, che ci racconta alcune cose interessanti di un capo d’abbigliamento diventato icona dell’era contemporanea e che ha ancora tantissime cose da dire.
E torneremo presto sull’argomento, per ora enjoy our interview!

Thanks Andrea Serafini for the video and Jeoffrey Romano for the pics.

style files > Cori Amenta

Conosco Cori Amenta da tanti anni e ho in mente molti momenti insieme, soprattutto immagini di noi insieme ai press days o alle sfilate, fra confidenze e risate.

Ho lasciato Cori come una delle stylist più brave che io conoscessi a Milano e l’ho ritrovata dopo pochi mesi come designer di scarpe per ragazze, non necessariamente dal piede di fata.
E mi ha piacevolmente sorpreso, per la capacità di imparare un nuovo lavoro, un percorso che sta riuscendo bene e con creatività.
Visto che spesso l’ho raggiunta per vedere le sue creazioni, ho deciso di condividere con voi uno di questi pomeriggi insieme, nello showroom che la ospita, quello di Riccardo Grassi a Milano.

Vi innamorerete di Cori e delle sue scarpe.

Stefano Guerrini

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle