webelieveinstyle

style files > A Pitti l’incontro con Lynn Downey

Da sempre su webelieveinstyle abbiamo chiarito che la moda e lo stile per noi non erano solo i personaggi famosi, quelli normalmente sotto i riflettori, i designer e le icone di riferimento.

C’è un mondo fatto di tante professionalità diverse, di persone che lavorano molto duramente e seriamente senza avere gli onori degli articoli sui giornali o delle foto paparazzate fuori dalle sfilate.
Un’altra cosa che abbiamo sempre amato e esplicitato nel lavoro con questo sito è che riteniamo importanti il nuovo e il futuro, ci piace fare cool hunting in effetti, ma mai senza dimenticare il passato e l’importanza che la memoria ha.

Per cui gli Archivi sono una nostra passione da sempre.
E a Pitti Immagine Uomo abbiamo incontrato un personaggio che ci ha davvero conquistato.
Ci scusiamo per la qualità non perfetta del documento che pubblichiamo, ringraziamo chi ci ha aiutato a farlo, ma, non avendo un cameramen in quel momento,  abbiamo provveduto al volo a utilizzare i mezzi più accessibili, e, nonostante il rumore (siamo a Pitti, quindi immaginate la quantità gente che poteva esserci!), dovevamo registrare la nostra conversazione con Lynn Downey.

Lynn è la memoria storica dell’Archivio Levi Strauss & Co. a San Francisco e ci ha mostrato alcuni piccoli tesori, il tempo era poco e le storie che lei può raccontare, legate a Levi’s® ma anche a Dockers, sono tantissime.
Vi invitiamo quindi a scoprirla qui con noi oggi, ma a ritrovare i racconti nei suoi libri ( e qui >>>>).
Noi la ringraziamo perché la passione per questo lavoro, che trasmette attraverso un know how immenso sul percorso passato di Levi’s®, è incredibile e regala molta carica anche a noi.

Quindi accogliamo Lynn Downey su webelieveinstyle, grazie a questa intervista realizzata nello stand Dockers pochi giorni fa a Pitti Immagine Uomo a Firenze.

Grazie a Andrea Serafini e Jeoffrey Romano per il video e le foto.

Stefano Guerrini

style files > Izumi Ogino – Anteprima

style files > Alessandro Vignoli

“Alla ricerca del talento nascosto”: il vincitore Alessandro Vignoli

Creatività allo stato puro, per una collezione che si ispira alla figura di Pierrot. Alessandro Vignoli, coi suoi abiti dal forte impatto visivo ed emozionale, ha conquistato la giuria del concorso “Alla ricerca del talento nascosto” tenutasi a Bologna, allo Studio 40 del Centergross. Ecco la nostra intervista.

style files > Giulio Maragno

“Alla Ricerca del talento nascosto” – Studio 40, Bologna: il secondo classificato Giulio Maragno.

Una moda dai volumi importanti e che cita la Couture nelle proposte di Giulio Maragno, stylist diventato designer, che si è fatto notare, arrivando al secondo posto, al concorso tenutosi alla Studio 40 di Giovanna Guglielmi.

style files > Alessia Iuliucci

“Alla Ricerca del talento nascosto” – Studio 40, Bologna: Alessia Iuliucci.

Fra i finalisti del concorso tenutosi al Centergross di Bologna, allo Studio 40,  una giovane designer che ci ha colpito per un approccio alla moda di ricerca e culturale. Ecco a voi il nostro incontro con Alessia Iuliucci, che ci racconta di abiti che nascono dall’analisi di tavole antropometriche.

© 2013 webelieveinstyle
Twitter: wbistyle